Come reagisci di fronte alla sofferenza degli altri?

Di fronte alla sofferenza degli altri rispondi con più Passione.

“Non dobbiamo permettere a nessuno di allontanarsi dalla nostra presenza senza sentirsi migliore e più felice.”
Madre Teresa

Quando hai vicino a te una persona cara molto indolente, depressa, sofferente, che non vuole migliorare, che non vuole guarire, potresti essere colto da sentimenti contrastanti.
Da una parte vorresti disperatamente aiutarla, trasmetterle gioia e voglia di vivere, dall’altra è assai probabile che tu abbia davanti un muro sul quale ogni tuo tentativo di aiuto rimbalza inesorabilmente.

Il rischio è che le buone intenzioni vengano sporcate da sentimenti negativi come l’insofferenza, la frustrazione, la rabbia, la tristezza, la paura.

Ci sei tu, con i tuoi buoni consigli e la tua esperienza…
“Perché non li accetta? Perché non li vuole ascoltare?”
“Allora gli/le piace stare nella sofferenza!”Vuol fare la vittima!”
“No, io non ci sto!”

Bene, se senti che questi pensieri ed emozioni ti stanno assalendo, fermati, porta l’attenzione sul respiro, fai qualche respiro profondo…è ora di cambiare strategia, quella che hai messo in campo finora non ha funzionato.

“Tutta la varietà, tutta la delizia, tutta la bellezza della vita è composta d’ombra e di luce.”
Lev Tolstoj

Prima di tutto devi avere bene in mente che NON puoi cambiare l’altra persona!
Non puoi modificare i suoi schemi mentali, le sue convinzioni, non puoi orientare il suo libero arbitrio e soprattutto non puoi togliere a nessuno la sofferenza dalle spalle!

la bellezza della vita è composta d’ombra e di luce

Non puoi imporre i tuoi consigli, i tuoi tempi, i tuoi modi di superare una situazione, anche se validi. L’altra persona deve essere libera di arrivare a sbloccarsi, di arrivare alla Consapevolezza e alla guarigione con i propri piedi.

Forse ora piuttosto che di un buon consiglio, ciò di cui ha veramente bisogno è solo una spalla su cui appoggiarsi per non inciampare, perché quando il dolore è troppo forte non si riesce a vedere chiaramente nemmeno dove si mettono i piedi.

Dunque se vuoi agire considera di farlo senza aspettative, senza nessun attaccamento al risultato, esclusivamente con la tua pura Presenza.

“Essere presenti è molto più che essere qui.”
Malcom Forbes

E se vuoi davvero essere utile per la persona sofferente, allora ti ispiro a lavorare dentro di te, a meditare, a farti queste domande e poi ad agire:

  • Che cosa posso cambiare della mia vita?
  • Che cosa devo lasciare andare?
  • Chi o cosa devo perdonare?
  • Chi o cosa devo accettare e amare così com’è?
  • C’è qualcosa per cui dovrei essere più grato?
  • Quali sogni sto rimandando da troppo tempo?
  • Cosa posso fare per prendermi maggiore cura di me, del mio benessere e della mia salute?

Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo

Questa è la chiave della trasformazione: di fronte alla sofferenza degli altri, tu rispondi con più Passione, Presenza e Amore per la tua vita.

“Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo.”
Mahatma Gandhi

Diventa tu per primo esempio coerente di quel cambiamento, di quella guarigione, di quel risveglio, che vorresti vedere, sentire e generare nella vita della persona sofferente.
Essere pieno di pace, serenità e gioia sarà per lui/lei un vero balsamo dolce per alleviare il suo dolore, per sciogliere i suoi nodi e per ispirare una sua trasformazione interiore.

Essere Fonte di Ispirazione, Gioia, Gratitudine, Amore è il regalo più bello che puoi fare a te stesso e agli altri.

Che la realizzazione sia con te. 🙂

GiGa
Ho fondato la Community di ELP con la Missione di ispirare gli altri a realizzarsi in modo autentico per generare insieme ancora più Pace, Abbondanza, Gioia, Amore in noi e nel mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *