Ringrazia chi ti abbandona perché ti restituisce a te stesso

Il tesoro nascosto dietro la sofferenza dell’abbandono non è scappare dagli altri, non è alimentare sensi di colpa e rancore, non è smettere di avere fiducia nell’Amore e negli altri. 

Chi ti abbandona ti offre l’opportunità di conoscerti. 

“Ringrazia chi ti abbandona perché ti restituisce a te stesso.”
Alejandro Jodorowsky

Il vero tesoro dell’abbandono è la solitudine, quella positiva, un’opportunità di poter fare un viaggio dentro di noi, riflettere, ascoltarci, riprendere gli spazi, perDONARE e perDONARCI, comprendere chi siamo e cosa vogliamo veramente, ritrovare l’equilibrio interiore, la Via per lasciare andare bisogni e attaccamenti e per generare future relazioni sane. 

Forse starai pensando: 

“forse non comprende il dolore che si prova?”

“dipende da cosa ti è successo, mica è sempre così facile”

“credo sia impossibile estirpare il rancore e la rabbia che provo”.

No, lo so bene, non è facile riuscire a vedere l’abbandono come un “tesoro nascosto”. 

Il Buddha diceva:

“Trattenere la rabbia e il rancore è come tenere in mano un carbone ardente con l’intento di gettarlo a qualcun altro: sei tu quello che viene bruciato.”

Non è facile ma è possibile, soprattutto è necessario per trovare davvero pace, serenità, e maggior consapevolezza con beneficio per noi e per coloro che ci stanno attorno.

Il prezzo della difficoltà vale il risultato finale: guarigione dai veleni, liberazione del cuore e recupero di quelle energie bloccate dalla rabbia e dal rancore e che ora possiamo tornare ad utilizzare per la nostra Realizzazione, e per tornare a vivere nella Gioia e nell’Amore. 

non permettere al dolore di cambiarti e di chiuderti

Non permettere al dolore di chiuderti, di cambiarti. 

Sii sempre sincero, sii sempre onesto e schietto. Non perdere mai la tua autenticità, anche se può sembrarti che sia proprio questa la causa di molte delle tue delusioni. 

La verità è importante ma è importante anche il modo in cui la comunichiamo.

Non tutti sono pronti a sentire la verità nuda e cruda e quindi possiamo imparare a parlare in modo diverso in base a chi abbiamo di fronte, alla sua capacità di comprendere. 

Non si tratta di “indorare la pillola”, bensì di comunicare in modo flessibile e intelligente, per far in modo che il messaggio arrivi a destinazione e che non venga ostacolato da chiusure dettate da rabbia o ostilità. 

Migliora la qualità delle persone che incontriamo.

Forse devi iniziare a considerare il tuo tempo e la tua fiducia come un qualcosa di estremamente prezioso, da donare solo a persone che davvero apportano un arricchimento, o ti stimolano in qualche modo. Si tratta di fare una selezione più accurata delle persone prima di offrire la tua fiducia, di prenderti più tempo per conoscerle meglio.

Diminuisci le aspettative. 

Diminuire le aspettative non significa vivere una grigia vita senza aspettarsi nulla da nessuno ma evitare di proiettare e idealizzare l’altro per quello che noi vorremmo che sia, o pensiamo che sia, che porta inevitabilmente alla delusione.  

Le aspettative vissute senza flessibilità, ti precludono la possibilità di andare oltre a ciò che ti aspetti, non lasciano alla vita sufficiente spazio per stupirti. 

Lavora su di te!

Lavora su di te e sul tuo equilibrio interiore. Comprendendo quale lezione devi imparare da queste persone che attraversano la tua vita metterai a frutto e trasformerai il dolore, rendendolo utile a te stesso, a chi ami e amerai. 

Come tutti gli agricoltori sanno, seminare vuol dire gettare mille semi e vederne germogliare un centinaio. 

Bisogna seminare dentro di noi i semi della fiducia, del coraggio, della Gioia, dell’Amore e della Compassione. Poi augurarci di farli germogliare intorno a noi, nei terreni fertili e pronti ma anche in quelli apparentemente ancora non fertili e non pronti. 

Ti mando tanta energia, che tu possa trovare in te la forza di compiere questo viaggio trasformativo e dal dolore veder sorgere chiarezza, nuova consapevolezza ed Evoluzione. 

Ci rileggiamo presto, che la realizzazione sia con te! 🙂 

Libri per approfondire

Le 5 ferite e come guarirle – Lise Bourbeau: Compralo sul Giardino dei LibriCompralo su Amazon
GiGa
Ho fondato la Community di ELP con la Missione di ispirare gli altri a realizzarsi in modo autentico per generare insieme ancora più Pace, Abbondanza, Gioia, Amore in noi e nel mondo.

2 comments

  1. Grazie per questo meraviglioso consiglio! Lo comprendo pienamente perché già da tempo sto facendo questo straordinario percorso! Mi fa piacere che ci siano persone che parlano di questo argomento che può essere utile a tutti!
    Complimenti!

    1. Grazie Alessandra. E’ importante portare consapevolezza di come la fine di una relazione può essere l’inizio di un viaggio profondo dentro noi stessi. Liberi da una relazione condizionante e ormai stantia rispetto alla nostra Evoluzione, si può scoprire chi siamo veramente e cosa vogliamo veramente. Non è facile, all’inizio è doloroso, ma è possibile; e oltre la sofferenza iniziale c’è il premio di conoscersi meglio, di fare spazio al nuovo, di prepararsi ad accogliere relazioni più autentiche, più vere, per il massimo bene nostro e di tutti ❤️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *